Arti e mestieri

Ricamo

E’ possibile in compagnia rispolverare antiche tradizioni che oggi, sono rimaste nelle memoria di pochi artigiani ma che, conoscendole possono dare tanta soddisfazione a chiunque le pratichi. Il nostro obiettivo è quello di far conoscere ed apprezzare la manualità che ognuno possiede e che unita ad un po’ di fantasia darà dei risultati inaspettati. Basta investire voglia, tempo e costanza. Il ricamo, con i suoi punti base antichi ma sempre attuali, ci permetterà di realizzare capi unici e soprattutto personali non solo per noi ma per la casa, i figli e gli amici che sicuramente apprezzeranno e ne rimarranno stupiti.

Giardinaggio e cicli lunari

Un breve corso per avvicinarsi allo straordinario mondo vegetale, ricco di profumi e colori. Una serie di nozioni di base che ci permetterà di saper riconoscere le piante autoctone, imparare le tecniche per invasarle, imparare a potarle e a scoprire quelle flore caratteristiche del luogo che possono essere usate anche per scopi culinari. Impareremo l’influenza dei cicli lunari e le antiche tecniche di coltivazione.

L’intreccio dei cesti

Questo breve corso ci consentirà di lavorare il vimini ed altre fibre che, assemblate insieme con l’ausilio di semplici strumenti, ci permetteranno di realizzare ori- ginali manufatti. Panieri e cesti che per secoli hanno rappresentato il più utilizzato strumento di trasporto di piccole merci. Forme originali che una volta a casa vi ricorderanno piacevolmente una vacanza che ha saputo anche essere un piccolo momento formativo.

Tra prati e farfalle

Un tavolo o una vecchia sedia ritrovati per caso in soffitta o in casa della nonna. Oggetti apparentemente senza particolare valore ma ai quali possiamo regalare una nuova vitalità. L’amore per il recupero di oggetti dismessi e la passione per la pittura e le decorazioni, un breve percorso che faremo insieme. La casa si arricchirà di oggetti vivaci e voi, forse, scoprirete una inaspettata vocazione per la pittura.

Ceramica e disegni medievali

Impareremo insieme a realizzare un manufatto. Dopo la selezione dell’oggetto in argilla (biscotto) si procederà alla smaltatura con la tecnica dell’immersione, colaggio o spruzzo. Sceglierete lo stile che più vi piace e selezionerete un decoro, che verrà trasferito su apposita carta ricavandone lo “spolvero”. La fase successiva sarà quella del trasferimento del decoro sull’oggetto e della decorazione a pennello con appositi pigmenti ceramici.

Nuvole in libertà

Luoghi quasi sacrali in Val d’Orcia offrono un panora- ma a trecentosessanta gradi con cieli immensi pieni di aria e movimento. Proviamo a dipingere le nuvole a tratti veloci (ogni tecnica è ammessa) tentando di cogliere forme e colori durante il loro mutamento con il passare delle ore, raccoglieremo un curioso diario della giornata annotato nei nostri album. Si cammina nella campagna, si ascoltano le nostre emozioni, si sosta per dipingere e si degustano genuini prodotti delle aziende biologiche della valle.

Fotografia di base

Oggi tutti possiamo fotografare e, in condizioni normali, con i moderni apparecchi fotografici è facile fare delle belle foto. I problemi sorgono quando ci troviamo in condizioni particolari per le quali, il controllo della luce, la conoscenza delle tecniche “manuali”, l’intercomunicabilità tra otturatore e tempo di scatto diventano determinanti per il controllo della posa. Per chi desideri “saperne di più” della fotografia, non volendo dimen- ticare che non si tratta di un gesto meccanico, bensì di un’arte.

Stencillando”

Passeggiare nelle terre del senese, prendendo spunto da tutto ciò che la natura offre, per creare senza difficoltà mascherine da stencill di proprio gusto da usare come decoro; come? Giocando con le ombre! Passeggiando tra boschi e sentieri scopriremo piante decorative, impareremo come trasformare una Rosa Canina in perfetta mascherina da stencill, senza saper necessaria- mente disegnare e usando i materiali che si trovano in tutte le case.

Leggiamo il paesaggio agrario

Le lezioni si articoleranno in una serie di incontri in campagna finalizzate a dare l’idea di ciò che era l’agricoltura in passato e quella che è oggi. Secondo la stagione sarà possibile realizzare passeggiate-escursioni all’interno e fuori della nostra azienda per ritrovare nell’ambiente naturale le caratteristiche botaniche e agronomiche del territorio e per comprendere il come ed il perché dell’evoluzione del paesaggio agrario. Non trascureremo ovviamente motivazioni e tecniche dell’agricoltura biologica.

Il fresco secco

Sarà come frequentare le antiche botteghe dei mae- stri del Rinascimento, impastare gli stessi colori naturali che loro avevano creato, imparare l’antica tecnica del fresco secco (oggi meglio noto come affresco) che ha reso immortali le loro opere, visitare i luoghi che hanno visto nascere la loro genialità e permesso alla stessa genialità di lasciare una traccia indelebile nella storia dell’arte.

Fine art painting

Nello straordinario scenario del Castello di Potentino o in altre locations idonee per il lavoro che andremo a svolgere, con piacere e passione vi insegnerò a fare la carta a mano e a disegnarla con inchiostri ad acqua. Utilizzeremo il torchio e vari tipi di presse per incidere, modellare ed imprimere il colore. Sono certa che la fantasia individuale e la creatività innata in ciascuno di noi verrà esaltata da questo lavoro divertente e stimolante.

Falegnameria applicata alla scenografia

Una serie di incontri su base teorico-pratica in cui verranno date nozioni di base della tecnica di fale- gnameria, con divagazioni sulle tecniche di restauro e cenni ad elementi architettonici e di prospettiva, per poi focalizzare la nostra attenzione sulle applicazioni in campo teatrale nella tecnica scenografica. Si studia come costruire elementi scenografici e quali materiali utilizzare, anche in base ai luoghi di utilizzo ed agli effetti delle luci di scena.